fbpx
il benessere dei capelli nella medicina tradizinale cinese

I Capelli, lo Stress e il "Canale" del Rene.

Partendo dalla considerazione che, secondo i canoni della Medicina Tradizionale Cinese (MTC), esistono 10 differenti "canali principali"

• Cuore e Intestino Tenue;

• Polmone e Intestino Crasso;

• Fegato e Vescicola Biliare;

• Stomaco, Milza e Pancreas;

• Reni e Vescica Urinaria;

è utile valutare come i Reni possano essere i responsabili della qualità del nostro capello, dal diradamento alla sua "fragilità", tanto per l'uomo, come per la donna.

La MTC giustifica la presenza di capelli forti, luminosi, lucenti e dal colore naturale con un Qi ("energia vitale") dei Reni abbondante, mentre i capelli spenti, secchi, con doppie punte, che cadono facilmente sono una caratteristica di persone che convivono con un Qi dei Reni debole o in declino.

Tanto a rinforzare, quanto a indebolire il Qi dei Reni può contribuire lo stato d'animo e, in particolare, le situazioni di forti stress, paura o i traumi, che ledono il Qi renale e possono contribuire, tra l'altro, ad un'eccessiva caduta di capelli.

Tutti noi abbiamo la possibilità di valutare come, dopo aver vissuto diverse giornate di stress eccessivo, dovuto a diverse situazioni (impegni e carichi di lavoro, eventi eccezionali, etc.) ci ritroviamo particolarmente stanchi, incarenza di energia, e tutto ciò, di rimando arriva anche ai nostri poveri capelli.

 

 

I capelli sono lo specchio del nostro stato di salute. Secondo la MTC, capelli robusti, folti e che mantengono il colore naturale indicano un buon livello di energia dei reni. Al contrario, se sono fragili, appaiono grassi per eccesso di sebo, diventano grigi o bianchi prima del tempo, possono indicare un deficit nella funzionalità di quest'organo e una carenza energetica di tutto l'organismo. Generalmente, proprio dalla mezz'età in poi, le persone sviluppano con gradualità quei segni e sintomi di invecchiamento come, ad esempio, l'ingrigimento ed il diradamento dei capelli, nonchè la ridotta densità ossea, con conseguente aumento del rischio di fratture.

La medicina occidentale riconosce che alcuni di questi aspetti possono essere dovuti ad un deficit di ormoni sessuali, come gli estrogeni e il testosterone; questo è il motivo per cui la sostituzione ormonale è diventata un protocollo centrale nelle strategie contro l'invecchiamento (anti-aging) della medicina moderna.

La Medicina tradizionale cinese (MTC), offre, invece, una prospettiva diversa che è basata sull'"energia". Da questo punto di vista, l'invecchiamento è un processo di progressiva perdita dell'"energia" (Qi) del Rene.

Secondo la MTC, il rene non è solo l'entità anatomica dei due reni che abbiamo nella nostra bassa schiena, ma un sottosistema di "energia" chiamato "meridiano del rene"; il deficit di Yang del Rene è la carenza probabilmente più diffusa, causata dallo stile di vita particolarmente stressante nelle società "avanzate", con sovraffaticamento, mancato riposo derivante da sonno non ristoratore, collera e risentimento, alimentazione scorretta o troppo abbondante; tutto ciò, sempre secondo la MTC, può portare a situazioni che possono portare a scompensi nei "liquidi" circolanti nel corpo, a una loro eccessiva "dispersione", a "ristagni" e "blocchi" nella loro circolazione.

Esistono degli integratori alimentari a base di estratti vegetali concepiti per offrire una soluzione a tutti coloro che hanno l'esigenza di frenare la caduta dei capelli e stimolare la ricrescita.

Chiudi
Sign in
Chiudi
Carrello (0)

Nessun prodotto nel carrello. Nessun prodotto nel carrello.





it_ITItalian